Studiare medicina puòavere molti effetti collaterali, di cui alcuni particolarmente fastidiosi e persistenti. E quel che è peggio, non c’è modo per sapere quando sia arriva alla fase critica dei sintomi, oltre la quale non c’è più ritorno. Pertanto ecco un piccolo compendiario utile allo scopo…

 

(altro…)

Dettagli

Avanti pelandroni….quante volte vi sarete detti “oggi mi sento proprio un bradipo!“?!? O quante volte avrete pensato “sono così stanco/a che non ho voglia di fare nulla..“???
Scommetto che lo avrete fatto molte volte, e per i più integerrimi scommetto che almeno lo avrete pensato!

(altro…)

Dettagli

Finalmente a letto…in una di quelle sere in cui la stanchezza vi assale e siete consapevoli di poter dormire in tutta serenità  fino al giorno successivo, con una sveglia che magari non vi farà  alzare all’alba.
Non fa molto freddo, non ancora, ma c’è quella piacevole aria pungente che rende estremamente piacevole rannicchiarsi sotto le coperte, lasciando solo il viso scoperto per non avere troppo caldo.

(altro…)

Dettagli

All’università , si sa, quando comincia a venire l’estate, si fa di tutto, tranne che studiare. E io, folle per definizione (o default, come preferite), ovviamente non sono da meno. Quella che segue è la pura follia di due menti  che, invece di studiare economia dello sviluppo, hanno preferito dedicarsi alla scoperta del perché i componenti della classe dirigente di maggioranza (la destra, tanto per capirci) sono così uguali tra loro. Si ringrazia S. E. per aver contribuito alla creazione di questa teoria.

 

(altro…)

Dettagli
Non ho molto tempo anzi,
non ho mai tempo.
Ho molti desideri,
tanti tantissimi, troppi!
Mi divido fra mille
e mi ricompongo in uno
solitario, sorridente, ingannevole essere solitario
che “balla con pochi” e cammina con tutti.
A chi mi ama,
Grazie
A chi mi vuole bene anche se mordo,
Grazie
A chi si ricorda di me quando sparisco,
Grazie
A chi mi odia,
Prego…avanti c’è posto.

 

(altro…)

Dettagli