“Mamma per favore ridammi il router…“
“Perché vuoi il mio sottopentola? Mi Serve!“

Di esempi così ve ne potrei fare a bizeffe…compreso quel grande genio che una volta mi disse che al suo computer non funzionava più il porta tazza e ne voleva un altro nuovo, ma in realtà  il fantomatico “porta tazza“ non era altri se non il povero lettore CD.

(altro…)

Dettagli

Attenzione: questo articolo è denso di romanticismo alternativo. Per chi sa coglierlo, raccomando una seduta dal dentista per carie eventuali dopo la lettura.

La maggior parte delle volte i computer portatili, per connettersi a internet, utilizzano la connessione wi-fi (magari espropriata al server in uso dal nostro vicino di casa che non si accorge che stiamo rubando la sua linea telefonica), la tanto amata connessione senza fili che ci permette di usare il web anche nei posti più impensabili, tipo la vetta dell’everest, il fondo del mare eo simili… Mmm, perònon so fino a che punto il mio portatile possa scendere in acqua senza andare in cortocircuito… Va beh, non divaghiamo.

Dettagli

Ho scritto questo articolo al primo anno di università  durante il primo semestre, quando seguivo 5 corsi, mi svegliavo alle 5 per seguire il corso di inglese che iniziava alle 8 (che essendo tenuto da un madrelingua ultrainglese, figuriamoci se iniziava col solito quarto d’ora di ritardo accademico… mai visto un professore così puntuale) e mi rifiutavo totalmente di prendere caffè. Perchè? Perchè durante il 5 liceo, a causa della caffeina, mi sono rovinata i ritmi circadiani. Tuttora mi rifiuto di prenderlo, tranne in casi disperati della serie “ho un esame tra tre giorni ma il mio cervello non fa altro che ronfare fino alle 8 di sera”. In questi casi, perfino io mi arrendo.

 

(altro…)

Dettagli

Ultimo articolo scritto al liceo: probabilmente il mio preferito

Preda ultimamente di un forte esaurimento nervoso causato da una quantità  di compiti in classe a dir poco incredibile (oggi storia, mercoledì inglese, giovedì matematica, venerdì italiano, sabato filosofia, lunedì prossimo fisica e martedì prossimo latino), durante una spiegazione di geografia a stronomica sono arrivata alla mia teoria su come finirà  l’universo.

Dettagli

Recenti studi condotti dalla non qualificata dottoressa BitterSweet (cioè la sottoscritta) hanno dimostrato che la fotosintesi clorofilliana non è solo un processo grazie al quale le piante si producono il glucosio, ma anche una pericolosa malattia che puòcolpire soggetti umani.

 

(altro…)

Dettagli
Questo articolo ha tutta una storia incredibile. E’ stato scritto in un’ora di nullafacenza del 3 anno di liceo, su un foglietto delle prescrizioni di mio padre, con penna staedtler rossa. L’ora successiva io e Neo ci siamo incontrati nell’aula magna, glielo ho letto e poi consegnato. I fogli sono scomparsi per i successivi 4 anni e mezzo circa, ma per fortuna Neo aveva riscritto il contenuto. Poi, incredibilmente, dall’immenso hard disk di Neo è saltata fuori la scansione dei fogli originali e sono riuscita a riportarne il testo per intero, che ora pubblico. Buona liquefazione a tutti!!!

 

(altro…)

Dettagli